Castello Falletti di Barolo: storia e cultura per amanti del vino

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
castello barolo
Contenuti

Da un lato affacciato sul centro del bellissimo centro di Barolo, uno dei più bei paese delle Langhe, dall’altra, direttamente su vigne e natura: è il Castello Falletti di Barolo che, per la sua storia passata e presente, rimane un simbolo per gli amanti del vino.

Castello di Barolo

Castello Falletti di barolo: il passato ed il presente di un grande maniero

Conosciuto da tutti come Castello di Barolo, il Castello Faletti di Barolo ha una lunga storia di legami nobiliari. A partire dal X Secolo, anno in cui il Castello ha iniziato ad essere costruito, esso ha vissuto ben quattro diverse identità: prima edificio militare, poi residenza, per diventare un collegio e, infine, un museo.

Da Residenza dei Conti Falletti a Collegio Barolo

Voluto dal Re Berengario I, per difendersi dalle incursioni barbare, il Castello passò alla Famiglia Falletti nel 1325. Dopo essere stato danneggiato da gravi saccheggi e bombardamenti, il Castello di Barolo diventa, nell’Ottocento, residenza di campagna del Conte Tancredi Falletti e della Marchesa di Barolo, Giula Colbert.
Durante la loro permanenza al Castello, i Conti Falletti trasformano questo luogo in un centro di grande cultura frequentato da personaggi di spicco, come Silvio Pellico e il Conte Camillo di Cavour. Inoltre, questo periodo è fondamentale per la nascita ed il successo, nazionale, prima, e mondiale, poi, del vino Barolo. 
Solo dopo la morte della Marchesa, nota per la sua grande filantropia, tramite l’’Opera Pia Barolo, il Castello viene trasformato in Collegio, per ospitare dare un’opportunità di lavoro a giovani svantaggiati del territorio.

Il volto attuale del Castello

Nel 1970, il Castello di Barolo viene acquistato dal Comune di Barolo, anche col sostegno di ex allievi e privati cittadini. Nel 1982, il Castello Falletti inizia a seguire la sua vocazione all’enoturismo, con la fondazione dell’Enoteca Regionale del Barolo, punto di riferimento per tutti gli amanti di questo vino.
Infine, nel 2003-2004, inizia un nuovo capitolo per il Castello alla volta di Barolo: viene allestito il Museo del Barolo, un percorso interattivo, attraverso la storia del rapporto che lega, da sempre, l’uomo al vino.

castello falletti

Visitare il Castello di Barolo

La visita al Castello di Barolo comprende sia l’ingresso al Wi.Mu, sia la visita alle stanze del Castello con continui riferimenti alla vita, privata e sociale del Conti Falletti. L’ultima tappa del percorso è quella all’Enoteca, dove del Barolo si può scoprire tutto, culminando negli assaggi.

Castello di Barolo orari

Le visite al Castello sono possibili, in periodi normali, tutti i giorni dalle 10.30 alle 18.30. Consultando il sito del Wi.Mu è anche possibile conosce i giorni in cui vengono organizzate visite e laboratori dedicati alle famiglie.

Castello Barolo prezzi

Il prezzo intero per il biglietto adulti è di 9 Euro, mentre agli over 65 è riservato un biglietto al costo di 6 Euro. I bambini, fino a 6 anni entrano gratis, mentre, in una famiglia, il primo bambini tra i 6 e i 14 anni entra ad 1 Euro, il secondo a 3 Euro.

Tutte le esperienze per wine lovers da fare al Castello

leggi anche

Contattaci

leggi anche