Il Castello di Roddi e il suo gusto

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Libens libenter, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Svettante e dominante sul caratteristico borgo di Roddi, questo Castello ha un’anima segreta che lo include a pieno titolo tra i Castelli delle Langhe DOC.

Contenuti

Roddi d’Alba Castello da scoprire

Una fortificazione tipica dell’XI Secolo domina un territorio fatto di cantine e vigneti in cui perdersi totalmente se si ama il vino.

Castello di Roddi: storia e aspetto

Da quando se ne ha memoria, ovvero dal XI, il Castello di Roddi d’Alba ha assistito ad un succedersi incedibile di illustri proprietari: dai Falletti, ai Mirandola, ai Chiesa, fino ai Savoia, per passare, nel 2001, sotto la proprietà dello Stato.
La struttura si caratterizza per un corpo centrale a tre piani, da cui, poi, si sviluppano le due torri: una più slanciata, l’altra più bassa e massiccia.

castello di Roddi
Libens libenter, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Perchè visitare il Castello di Roddi

Il Castello di Roddi è visitabile sia privatamente, con visita guidata, sia attraverso gite e visite organizzate. Al suo interno, si trova tanta bellezza e una sorpresa per chi ama il gusto.

Castello di Roddi orario e accoglienza

Sontuose sale, con decorazioni trecentesche e soffitti a cassettoni, e, soprattutto, le storiche cucine originali: tutto questo è apprezzabile all’interno di questo bel pezzo di storia in Langa.
Gli orari del Castello sono variabili a seconda della stagione e consultabili sul sito del Castello di Roddi.
I prezzi dei biglietti sono i seguenti:

Intero: € 5
Ridotto: € 3 per possessori Abbonamento Musei Torino Piemonte.
Gratuito : per minori di 14 anni, giornalisti con tesserino, guide turistiche, persone con disabilità (anche se il Castello non è visitabile da chi è affetto da disabilità motoria).

Il Castello di Roddi e il Tartufo Bianco di Alba

Eccola l’anima enogastronomica di questo Castello!
Nell’ala restaurata dell’edificio, sorge un’importante scuola di cucina che omaggia uno dei prodotti locali che meglio raccontano il territorio: il Tartufo Bianco di Alba.
La Scuola Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba è stata pensata per permettere a chiunque lo desideri, soprattutto a turisti, di approfondire la propria conoscenza teorica e pratica di questo prodotto, con un’attenzione particolare alla preparazione di eccellenti piatti in cui esso è protagonista.
Un’ulteriore prova del legame che questo Castello e la città che lo ospita hanno con il Tartufo Bianco di Alba è la presenza, proprio ai piedi del Castello, dell‘Università dei Cani da Tartufo, istituita, nel 1880 da un contadino di Roddi. Questa scuola molto speciale permette di ottenere un addestramento specifico per il proprio cane, sperando, magari, di recuperare l’investimento con un il ritrovo di un bel tartufo bianco da parte del proprio segugio!


Contattaci

leggi anche