Le Doc e le DOCG del Piemonte

doc e docg piemonte

Le zone vitivinicole del Piemonte si suddividono, a loro volta in denominazioni di origine per la loro identificazione con particolari vitigni che danno vita a vini molto identificati con il territorio di origine. Qualche volta, con vitigni di particolare pregio, può succedere che la DOC o la DOCG venga suddivisa a sua volta in Crus.

Le DOC del Piemonte

Sono zone, ma spesso, in Piemonte, sono anche vini! Questo grazie alla grande identificazione col Territorio di della maggior parete delle denominazioni. Sempre più numerose le zone che possono dar vita a vini con determinate caratteristiche certificare dalla denominazione di origine controllata. Ecco l’elenco:

  • Boca: una DOC racchiusa nella provincia di Novara, intorno all’omonimo comune
  • Colline Novaresi: una DOC piuttosto estesa e variegata tutta compresa nella provincia di Novara. Nebbiolo, Barbera e Croatina sono i vitigni protagonisti
  • Fara: una piccola DOC tra i comuni di Fara Novarese e Briona
  • Sizzano: il suo territorio è limitato all’omonimo comune
  • Bramaterra: compresa tra la provincia di Biella e quella di Vercelli, questa piccola DOC punta sul protagonismo del Nebbiolo, di solito affinato per lungo tempo
  • Lessona: una micro DOC, questa, esclusivamente dedicata all’omonimo paese
  • Canavese: da una mini DOC, si passa ad una maxi! questa denominazione, infatti, comprende moltissimi comuni in provincia di Torino e anche alcuni in provincia di Vercelli e Biella
  • Valsusa: ai piedi delle Alpi, quasi al confine con la Francia, una doc, questa, ricca di vitigni rari e antichi
  • Colline Saluzzesi: una DOC interessante che si concentra in provincia di Cuneo, nei comuni intorno a Busca, Costigliole Saluzzo e Verzuolo
  • Piemonte: comprende ben 359 Comuni e riconosce moltissimi vitigni tra cui la chicca è rappresentata dall’Albarossa.
  • Collina Torinese: una DOC in una zona non famosa per la vocazione vitivinicola ma che, comunque, offre interessanti chicche
  • Carema: un solo comune, quello di Carema, appunto, per questa DOC in provincia di Torino che punta tutto sul Nebbiolo
  • Ruchè di Castagnole Monferrato: un’eccellenza monferrina prodotta nel piccolo territorio di questa DOC
  • Cisterna d’Asti: una DOC alquanto estesa per rappresentare al meglio la Croatina della provincia di Asti
  • Langhe: una grande DOC, che con i suoi 94 comuni, non è solo grande in fatto di estensione ma anche in fatto di vini prodotti
  • Nebbiolo d’Alba: che comprende 25 comuni delle Langhe
  • Verduno Pelaverga: una DOC intorno a Verduno tutta rivolta al Pelaverga
  • Dolcetto d’Alba: prodotto in pochi comuni intorno ad Alba
  • Dolcetto delle Langhe Monregalesi: pochi comuni nel cuneese per dare un ottimo esempio di Dolcetto
  • Dolcetto di Ovada: il Dolcetto protagonista di una DOC in provincia di Alessandria
  • Freisa di Chieri: molti i comuni del Chierese, tutti in provincia di Torino, che rientrano in questa DOC
  • Freisa d’Asti: una DOC che abbraccia l’intero territorio collinare della provincia di Asti
  • Colli Tortonesi: tutto intorno a Tortona, nasce questa DOC, dove Barbera, Cortese e Timorasso la fanno da padrona
  • Monferrato; una grande DOC che comprende 230 comuni in provincia di Asti, ed Alessandria
  • Cortese dell’Alto Monferrato: comprende molti comuni in provincia di Asti ed Alessandria e si concentra su un unico vitigno
  • Loazzolo: un’altra eccellenza del Monferrato, questa piccola DOC ad uso esclusivo di un piccolo comune e di un solo vitigno, il Moscato Bianco
  • Gabiano: comprende alcuni comuni della provincia di Alessandria
  • Grignolino del Monferrato Casalese: una DOC racchiusa tre i comuni di questa zona del Monferrato, ovvero quella in provincia di Alessandria
  • Grignolino d’Asti: una DOC dedicata ad un unico vitigno ma abbastanza estesa in provincia di Asti
  • Rubino di Cantavenna: un piccolo territorio che circonda il comune di Gabiano, è tutto dedicato a d un vino a base di Barbera, Freisa e Grignolino
  • Albugnano: un’altra chicca astigiana che valorizza il Nebbiolo
  • Malvasia di Castelnuovo Don Bosco: un territorio astigiano in cui dolcezza e aromaticità sono grandi protagoniste
  • Malvasia di Casorzo: pochi comuni a cavallo tra Asti e Alessandria valorizzano questo vitigno autoctono
  • Barbera del Monferrato: 118 comuni per produrre vino a base di Barbera nella zona a più alta vocazione
  • Barbera d’Alba: anche la provincia di Cuneo ha molto da dire in fatto di Barbera
  • Dolcetto di Diano d’Alba: una chicca nella chicca per questa micro DOC
  • Dolcetto d’Asti: molti i comuni in provincia di Asti in cui viene prodotto questo vino
  • Dolcetto d’Acqui: una DOC che vede protagonista la provincia di Alessandria
  • Monferace: una nuova DOC del Monferrato dedicata al Grignolino Antico
  • Calosso DOC: a base do Gamba di Pernice

Le DOCG del Piemonte

Massima verticalizzazione per le DOCG del Piemonte:

  • Asti DOCG
  • Alta Langa DOCG
  • Barberesco DOCG
  • Barbera d’Asti DOCG
  • Barolo DOCG
  • Brachetto d’Acqui DOCG
  • Dogliani DOCG
  • Dolcetto d’Alba DOCG
  • Dolcetto di Ovada Superiore DOCG
  • Erbaluce di Caluso DOCG
  • Gavi o Cortese di Gavi DOCG
  • Nizza DOCG
  • Roero DOCG
  • Roero Arneis DOCG
  • Ruchè di Castagnole Monferrato DOCG
  • Gattinara DOCG
  • Ghemme DOCG

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter

Contattaci